Lunedì 10 Agosto 2020

Commissioni tecniche

 

Il Revisore Unico è nominato dall’Assemblea fra gli esponenti aziendali e i dirigenti delle Associate non rappresentati nel Consiglio di Amministrazione. L’Assemblea nomina, altresì, un Revisore supplente fra gli esponenti aziendali e i dirigenti delle Associate medesime.

Il Revisore Unico e il Revisore supplente restano in carica per tre anni e sono rieleggibili.

In caso di incompatibilità, dimissioni, decadenza, sopravvenuta incapacità o morte del Revisore Unico durante il triennio, subentrerà nell’incarico il Revisore supplente.

E’ causa di decadenza dalla carica di Revisore Unico la perdita della qualità di esponente aziendale o dirigente presso l’Azienda associata ovvero la perdita da parte dell’azienda stessa della qualità di Associata.

Il Revisore supplente resta in carica fino alla prossima Assemblea, la quale deve provvedere alla nomina del nuovo Revisore Unico. Allo stesso modo l’Assemblea provvede alla sostituzione del Revisore supplente che sia nel frattempo venuto a mancare per qualsiasi causa.

Il Revisore Unico, oltre agli altri compiti previsti dal presente Statuto:

a)      vigila sulla gestione amministrativa dell’Associazione;

b)      convoca l’Assemblea qualora non vi provveda il Consiglio di Amministrazione;

c)      convoca il Consiglio di Amministrazione qualora non vi provveda il Presidente;

d)      riferisce all’Assemblea sul rendiconto economico e finanziario della gestione.

Accesso aree riservate