Assoreti, ancora in crescita gli asset dei consulenti: a giugno +21,2% a 745 miliardi. Record di masse per i banker.

Data di pubblicazione 03 Settembre 2021
Assoreti, ancora in crescita gli asset dei consulenti: a giugno +21,2% a 745 miliardi. Record di masse per i banker.

Procede a ritmo serrato la conquista di quote di mercato da parte delle reti dei consulenti finanziari al canale bancario. Il primo semestre 2021 si chiude con flussi netti di 28,8 miliardi di euro, in aumento del 28,3% rispetto ai risultati dei primi sei mesi del 2020 (22,4 miliardi), rileva Assoreti nella sua analisi del mercato. L’attività di raccolta e l’andamento dei mercati finanziari hanno spinto i patrimoni dei clienti delle reti a un nuovo massimo storico: a fine giugno gli asset valgono quasi 745 miliardi, +21,2% su giugno 2020. (…)

Dai dati Assoreti emerge inoltre un’ accelerazione della raccolta dato che più della metà dei volumi totali è stata realizzata nel periodo aprile-giugno (15,8 miliardi, +46% sullo stesso periodo 2020) con la conferma della maggiore predisposizione all’investimento in prodotti del risparmio gestito (10,7 miliardi). Nel frattempo è aumentato anche il numero di clienti seguiti dai consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede, ora pari a quasi 4,8 milioni; nei primi sei dell’anno sono stati circa 157 mila i nuovi investitori che si sono affidati alle reti, valore superiore del 29,8% rispetto a quanto osservato nei primi sei mesi del 2020 (attorno ai 120 mila). (…)

«La propensione all’investimento continua a crescere e con essa il numero di famiglie italiane che si affidano alla consulenza finanziaria. II lavoro svolto dalle reti associate nella prima parte dell’ anno si traduce in un bilancio più che positivo, trainato dalla capacità dei consulenti finanziari di modificare l’ asset allocation strategica degli italiani verso la componente gestita e garantire così una riduzione progressiva dell’accumulo di liquidità inattiva», ha commentato Paolo Molesini, presidente dell’ Associazione delle società per la consulenza agli investimenti.

 

Estratto dall’articolo di Paola Valentini pubblicato su MF del 2/09/2021.